Blog: http://lospiritodelcigno.ilcannocchiale.it

Rugiada nera d'aprile

E' bruciata una violetta
per il suo triste pianto.
Può sbocciare una rosa
quando un'altra si nasconde.
Segreto è il suo pensiero,
solitario il suo dolore.
Troppo profonda la spina che ti punse.
Silenzio,
è freddo il tormento
che ricopre spazi troppo grandi in un bambino.
Cade nel buio una lacrima di pace.
Morirà nella nuda terra
il ricordo di un cuore ucciso prima di aver vissuto.
Per ora restano quei petali delicati e fragili di rosa prematura,
brillanti di rugida e bianchi.
La luna tace.
Non c'è più nessun sogno.
Solo eterna luce.

Pubblicato il 2/5/2007 alle 21.20 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web